I Miei Racconti. (My Tales) Agg. 1 apr. '13




Finalmente Valentina!! (Marzo 2013)

Mi capita spesso di ricevere richieste e messaggi insistenti da parte di molti che mi chiedono incontri, spesso condite da fantasiosi desideri di vario e bizzarro tipo. Valentina (il nome l'abbiamo poi scelto insieme) si è presentata come una trav amante del fetish in cerca di una padroncina che facesse di lei la sua schiavetta ubbidiente, pronta ad esaudire ogni suo desiderio. Confesso che non ho molta esperienza come mistress, anzi, sinceramente non disdegno di essere trattata io come una puttanella, e un po' di sano ed eccitante bdsm che non lasci segni mi eccita non poco (pinzette strizzacapezzoli, sculacciate e frustate sul mio voglioso culetto...), per cui ero un po' indecisa se accettare o no le sue insistenti avances! La cosa è andata avanti per molto tempo, un po' per la mia indecisione, un po' perché mi sembrava il solito lungo e inconcludente rapporto epistolare che spesso finisce in una bolla di sapone e nulla più.
Non mi decidevo però a troncare con V.; le foto che aveva sulla sua scheda, pur di non eccelsa qualità, lasciavano intravedere una puttanella vogliosa e ben messa fisicamente e la cosa mi attirava non poco. Inoltre si intravedeva un bell'arnese tra le sue belle gambe..... e sapete ormai quanto sono troia se vedo la possibilità di giocare con un bel clitoride duro e carico di dolce nettare!
Insomma, per molto tempo tutto è rimasto sul virtuale: lei mi contattava ogni tanto chiamandomi "padroncina", mi chiedeva un incontro per soddisfare i suoi desideri. Però mi sembrava anche molto indecisa, titubante, anche se si intuiva che nel suo profondo desiderava veramente conoscermi. Tra l'altro mi diceva che non aveva molta esperienza con altre trav, quando le aveva incontrate si era proposto come uomo attivo, nel ruolo di dominante: insomma sarebbe stata la sua prima esperienza come puttanella sottomessa, un quadro decisamente un po' incerto, ambiguo e fumoso. Poi, io amo i cazzo duri e pronti da cavalcare e gustare a fondo con tutti i miei buchi e questa situazione di incertezza e ambiguità non mi convinceva del tutto ma nello stesso tempo mi intrigava non poco.
Per farla breve, la cosa è andata avanti così a lungo finché un giorno siamo riuscite a concordare l'incontro.
Aspettando il suo arrivo mi sono preparata; come al solito doccia con ritocchi alla depilazione, crema su tutto il corpo, intimo nero come piace a me con tacchi alti e trucco da troia. Al momento del suo arrivo, come concordato, gli ho fatto trovare portone socchiuso ed indicazione su come trovare il bagno. Ci siamo salutati senza vederci e l'ho attesa mentre si preparava. Dal bagno mi diceva che era tesa ed emozionata vista la sua poca esperienza di incontri del genere. Dopo una mezzoretta si apre la porta del bagno e vedo comparire una splendida creatura, corpo snello scolpito, depilato perfettamente, non molto alta, completino sexy da vera puttanella con tacchi sexy, parrucca nera che le avevo prestato io, niente trucco e da sotto il perizoma si intravvedeva un attrezzo niente male: insomma una vera piacevole sorpresa!!!
Ci siamo accomodate sul divano e mentre scambiavano quattro chiacchiere le mie mani non potevano naturalmente stare ferme: ho cominciato ad accarezzarla mentre lei si sdraiava supina sulle mie gambe mostrando ai miei occhi uno splendido posteriore con due chiappette liscie e sode, pronte per essere trattate a dovere. Ho iniziato a sculacciarla, prima piano, poi sempre più forte facendole diventare il culetto rosso come un peperone! La sentivo fremere sotto i miei colpi e la cosa mi eccitava non poco. Contemporaneamente sentivo sulle mie cosce qualcosa di duro che cresceva tra le sue gambe. Ho introdotto la mia mano nel perizoma e mi sono ritrovata a toccare uno splendido clitoride duro ed eccitato. L'ho fatto uscire da un lato del perizoma e afferrandolo da dietro, mentre era ancora supina su di me, ho iniziato a massaggiarlo: situazione splendida ed eccitante sentirlo fremere tra le mie dita. Mi sono chinata  e, sempre da dietro, non ho resistito: l'ho preso in bocca ed ho iniziato a fargli uno dei miei (scusate l'immodestia) rinomati pompini. Sublime sensazione sentire in bocca quel clitoride turgido appartenente ad un meraviglioso corpo da puttanella. Nonostante una evidente timidezza la troietta si dimenava dal piacere e sentivo il suo cazzo pulsare nella mia bocca e sotto i colpi della mia lingua.
Avevo l'eccitazione a mille e sentivo il forte desiderio di accogliere quel bel manganello dentro di me. Mi sono girata ed ho atteso ansimando di sentire la punta del suo clitoride accostarsi al mio buchino già bagnato di piacere. L'ho sentito spingere con delicatezza e penetrare piano ma con decisione dentro di me: l'ho accolto così tutto e sentivo andarlo avanti ed indietro mentre mugolavo dal piacere che mi dava e mi sentivo ora la sua schiava e troia, insomma la Patty che conoscete.
La cosa è andata avanti per un bel po', con lei che ansimava ed io che mugolavo come una cagna in calore. Il suo cazzo che entrava ed usciva e mi faceva  andare in completa estasi. Naturalmente, come sempre, avevo la mia amata videocamera che riprendeva i momenti più eccitanti del nostro incontro: amo fare vedere quanto sono troia, mi eccita da matti pensare che poi tanti godranno vedendo i miei video porchi.

È la cosa che mi eccita di più: riprendermi mentre aspetto con ansia gli schizzi della calda sborra che mi arrivano in bocca.
Dopo la bella cavalcata infatti mi sono girata e le ho preso il cazzo in bocca iniziando la mia danza di lingua propiziatoria per la grande pioggia calda e densa....
Non ha resistito a lungo la troietta e, finalmente, ho sentito che fremeva e si dimenava sentendo il pacere salire fino alla punta del clitoride, fino a scaricarmi in bocca tutto il suo fiume di godimento. L'ho accolta tutta la sua sborra calda e densa assaporandola a lungo giocandoci con la lingua come mi piace fare. Una vera delizia di godimento: mi sentivo una vera puttana in calore, la sua troia padrona e nello stesso tempo schiava, assoggettata al suo piacere.
Al termine, spossate dal piacere ci siamo rilassate sul divano, scambiandoci dolci effusioni.
Ero sorpresa e contenta di come fossero andate le cose: insomma l'indecisione iniziale era ormai un ricordo. Avevo trovato una dolce creatura che mi aveva soddisfatto appieno e che avevo intenzione di rivedere sicuramente: non potevo farmi sfuggire una tale delizia! Infatti ci siamo poi riviste già una seconda volta ed altre spero ne seguiranno per appagare il mio desiderio di piacere.
Un bacio dalla vs, sempre troia, PATTYBEL. Alla prossima avventura! KISS! 


_________________________


La mora, la bionda e la rossa.
Storia (e qualche foto) dell'incontro di tre trav puttane!


Era da molto tempo che non rivedevo la mia amica Lella, una delle mie sorelline preferite, con cui ho avuto già diversi incontri piacevoli ed eccitanti. Con lei mi trovo benissimo e ricordavo con piacere (eccitandomi al solo pensiero) le nostre lesbicate terminate tutte con i suoi stupendi schizzi di calda crema nella mia bocca assetata, documentati da alcuni video che girano nel web e di cui potete ammirarne uno su questo stesso blog. La mia bionda preferita non era più a Roma ma, con estremo piacere, un bel giorno, mi ha avvertita che sarebbe tornata un sabato e che avrebbe volentieri fatto una bella lesbicata con me. Naturalmente mi sono subito resa disponibile e le ho proposto di coinvolgere la mia nuova amica Paola per un coinvolgente incontro tra tre troiette porcelline. L'ho subito avvertita e lei, naturalmente, da vera troia come me, si è subito detta disponibilissima, ed abbiamo concordato orario ed incontro nel motel dove alloggiava Lella.
Il giorno stabilito ho preparato con cura tutte le mie cosine e mi sono recata con un po' di anticipo nel luogo dell'incontro. Parcheggiata l'auto ho raggiunto la camera dove alloggiava Lella; ero fremente di rivederla dopo tanto tempo, ho bussato alla sua porta che dopo pochi istanti si è aperta. Sono entrata e me la sono trovata davanti: parrucca bionda corta come al solito, occhiali da sole, vestitino di rete nera cortissimo, calze nere con reggicalze , sandali argentati con tacco a spillo, guanti bianchi lunghi, depilatissima come sempre: insomma la solita incantevole troia. Ci siamo salutate con un bacio delicato sulle labbra ma io, da vera zoccola come sono, non ho resistito e ho subito messo la mano sul suo splendido e candido clitoride inanellato da un cokring in silicone bianco che spuntava da un mini perizoma con apertura sul davanti.
“Sei sempre la solita splendida troia, tesoro!” le ho detto e mi sono subito recata in bagno per la cerimonia della trasformazione. Mentre mi cambiavo e truccato per diventare Patty pensavo con eccitazione a quando l'avrei accarezzata, baciata ed avrei potuto godere appieno del suo corpo e di quello di Paola che sarebbe arrivata più tardi.
Ho indossato un corpetto nero di tulle, molto sbarazzino, che lasciava scoperto il seno, con reggicalze incorporato, calze nere velate ed un perizoma aperto che non lasciava nulla all'immaginazione, cockring di silicone trasparente intorno a clitoride e ai testicoli, sandali neri con strass e tacco a spillo, sopra un vestitino nero di pizzo, la mia solita parrucca nera corta e trucco da vera puttana. Un po' di profumo come ultimo tocco ed aperta la porta del bagno mi sono recata in camera dove Lella mia aspettava seduta sul letto fumando una sigaretta: atmosfera da vero bordello in stile anni ruggenti.
La prima cosa che abbiamo fatto è stato scambiarci un lungo ed appassionato bacio lingua su lingua: non ricordavo quanto fosse eccitante baciarla sentendo i nostri due corpi toccarsi mentre la mia mano le carezzava il clitoride già turgido dal piacere.
Abbiamo iniziato a lesbicare scambiandoci deliziose succhiate di cazzo a vicenda; naturalmente io ero la passiva prevalente: come sapete ormai tutti la mia bocca è assetata di cazzo e non ne può fare a meno, soprattutto se si tratta del clitoride depilatissimo di una sorellina come Lella. Naturalmente non ho tralasciato il suo delizioso buchino posteriore con dolci e penetranti colpi di lingua: delizioso veramente con lei che mugolava dal piacere.
Mentre ci scambiavamo dolci effusioni con i nostri corpi già eccitati al massimo arriva Paola che ci trova già in piena attività. Ci salutiamo e mentre lei si reca in bagno per prepararsi noi continuiamo i nostri giochi porcellini, rotolandoci sul letto, scambiandoci baci bagnati e lunghe leccate reciproche.
Dopo un po', non so quanto perchè non ci siamo accorte del tempo che passava impegnate come eravamo nei nostri giochi di piacere, esce Paola dal bagno: parrucca rossa corta, catsuite a rete nera a maglie larghe con apertura sul davanti, stivali neri alti ed un mini perizoma che conteneva a stento il suo clitoride già eccitatissimo: la terza puttana era pronta!
Di qui in poi è iniziato un magnifico gioco a tre difficile da descrivere: i nostri corpi a momenti si aggrovigliavano e non si capiva più di chi fosse questa o quella parte.
Mentre Paola succhiava Lella io mi dedicavo al suo cazzo turgido masturbandolo e raccogliendolo nella mia bocca sempre più affamata. Poi io e P. ci siamo dedicate entrambe a L. spompinandola insieme e scambiandoci anche deliziosi baci saporosi degli umori di Lella.
Poi, mentre Paola era supina sul letto e L. usava la sua bocca su di lei io mi sono avvicinata al viso di P. e le ho puntato il mio clitoride eccitato in bocca permettendole di dedicarsi ad esso con piacevoli colpi di lingua che andavano dalla punta scendendo giù fino alle mie palle liscie che si deliziavano di quelle eccitanti attenzioni.
In pochi attimi cambio di scena: siamo ora io e L. che offriamo a P. entrambi i nostri clitoridi e lei da supina si ritrova a leccarci entrambe trovandoseli sopra il viso e dedicando le attenzioni della sua bocca e della sua lingua una volta all'una una volta all'altra: delizioso.
In un turbinio di eccitazione crescente L. e P. si dedicano ad un coinvolgente 69 ed io inizio a leccare il buchino di L. mentre P. si dedica al suo clitoride. In genere io non svolgo ruolo da attiva anale ma la scena era troppo invitante: vedevo il buchino di L. fremere sotto i mie colpi di lingua e le mie dita che lo penetravano delicatamente. Ho avvicinato allora con delicatezza la punta del mio clitoride al suo buchino e, piano piano, ho iniziato a penetrarla: la sentivo gemere dal piacere e l'ho cavalcata con gusto mentre P. da sotto continuava a leccarla.
Eravamo ormai giunte al culmine dell'eccitazione ed io aspettavo con ansia il finale del nostro incontro, quello che adoro di più: mi sono sdraiata supina sul letto e P. e L. si sono avvicinate in ginocchio ai lati del mio viso mentre masturbavano i loro clitoridi turgidissimi. Le vedevo smanettare con foga e le stimolavo, dedicandomi con bocca e lingua sia all'una che all'altra con la mia bocca che passava dalle cappelle alle loro palle depilate e lisce e immaginava già i dolci schizzi della loro crema calda che presto l'avrebbero inondata. Passavo dall'uno all'altro clitoride eccitatissima mentre mi masturbavo a mia volta, eccitatissima, e le sentivo gemere per l'avvicinarsi del piacere. La prima che mi ha offerto il suo succo è stata Paola, alla destra del mio viso, che gemendo mi ha scaricato in bocca la sua sborra cremosa che io, come sempre, ho assaporato con sommo piacere riprendendo poi in bocca più volte il suo arnese per assaporarmelo tutto ancora bagnato del suo umore.
Poco dopo è stata Lella che, gemendo come una vacca in calore, mi ha schizzato in viso ed in bocca ripetuti fiotti della sua calda crema ricoprendomi il viso con abbondanti ondate di piacere. Ero in estasi e chiedevo a loro di continuare ripulendo per bene e più volte i loro clitoridi bagnati di umore e chiedendo loro altra sborra da gustare ma, purtroppo, sapevo che non sarebbe stato possibile, almeno quella sera.
Avevo il viso e il petto completamente ricoperto, mi sentivo una vera troia, una puttana in calore, una vera porca, insomma quella che voi conoscete: Patty.
Kiss ed a presto col prossimo racconto.

_______________________

Una giovane avventura con A.!
(vedi le foto nella sezione”Le foto hard delle mie avventure” ed il video nella sezione “I miei video hard”)

Non è frequente per una trav matura come me avere la possibilità di incontrare maschi o sorelline giovani. Ma ogni tanto (per fortuna!) succede!
Su uno dei soliti siti ho contattato A., un giovane 29enne, tramite una comune conoscenza. Aveva visto le mie foto e voleva incontrarmi. Lui non aveva mai provato l'esperienza del travestimento ed era interessato ad iniziare. Ci siamo accordati per il giorno e l'orario: non essendo automunito sono andato a prenderlo alla stazione del paese e così, gioco forza, mi ha incontrato in abiti maschili. Da maschio il mio aspetto maturo è molto diverso da come appaio in abbigliamento trav. La cosa può anche essere eccitante per alcuni: vedere in diretta la trasformazione di un maturo 50enne nella troia vista precedentemente in foto. Ci siamo recati a casa mia e, mentre io mi trasformavo in bagno in Patty la troia, gli ho fornito tutto il mio guardaroba di intimo femminile per permettergli di scegliere le cosine che maggiormente lo intrigavano e l'ho lasciato in sala a prepararsi. Finita la mia trasformazione, mi sono presentata davanti a lui, che nel frattempo, diventata una lei, si era trasformata in una splendida troietta, indossando un completino molto intrigante che lasciava scoperto totalmente il pube mostrando il suo clitoride, con reggicalze e tacchi neri. Non molto alta, corpicino delizioso, pelle liscia olivastra, culetto sodo e sporgente, proprio come quello una bella femminuccia, pochi peli solo sul pube. Io indossavo il mio vestitino di pizzo nero con sotto corpetto in latex che lasciava scoperto il seno, perizoma, reggicalze e calze a rete, tutto nero. E, naturalmente, trucco da troia con rossetto e parrucca, tacchi a spillo con strass.
Non ho resistito nemmeno un secondo ed ho subito iniziato a toccarla, accarezzandole le cosce, risalendo fino al petto depilato ed iniziando a baciarla appassionatamente. Le nostre lingue si attorcigliavano in un crescendo di eccitazione: si sentiva che per lei era la prima esperienza da trav e quella sensazione di lieve ritrosia accompagnata però dal forte desiderio mi facevano salire l'eccitazione. Ci toccavamo i nostri clitoridi eccitati: il suo, non grandissimo, ma delizioso e turgido al punto giusto, si toccava col mio mentre ci abbracciavamo una davanti all'altra baciandoci.
Era una sensazione bellissima: sentire i nostri membri toccarsi mentre le bocche si scambiavano la nostra saliva. L'ho fatta sdraiare sul divano, mi sono inchinata tra le sue gambe ed ho iniziato a leccarle il cazzo: prima partendo dalla cappella umida di piacere, scendendo giù delicatamente fino ad arrivare ad assaporare le sue palle gonfie. Ho iniziato una lunga ed eccitante fellatio, facendo uscire ed entrare il suo clitoride nella mia bocca, fino alla radice; lo sentivo fremere sotto i colpi della mia lingua e le carezze delle mie labbra che lo stringevano e massaggiavano con delicatezza ma decisione.
Poi è toccato a lui dedicarsi al mio clitoride ormai eccitatissimo ed ha iniziato a succhiarmelo con passione mentre io gli spingevo il viso con forza per farglielo entrare tutto in bocca.
Abbiamo iniziato un lungo 69, delizioso e coinvolgente, eravamo tutte e due bagnate ed eccitate, coinvolte in quel rapporto sensuale che solo due sorelline possono provare, sensazioni miste ed estasianti dovute all'ambiguità dell'essere un po maschi e molto femmine.
Abbiamo continuato così a lungo, tra baci, carezze e lunghe leccate reciproche dei nostri corpi eccitati.
Poi, affamata della sua cremina, che, come ormai sapete, attendo come sempre con ansia, mi sono inginocchiata davanti al suo membro e, mentre mi masturbavo, ho iniziato a dedicarmi al suo clitoride ormai durissimo. La mia bocca e la mia lingua sono diventate solo sue: lo leccavo e lo avvolgevo con lingua e labbra e lo sentivo crescere sempre di più.
Non resisteva ed ha iniziato a masturbarsi con foga davanti alla mia bocca spalancata che attendeva gli schizzi caldi del suo dolce succo cremoso. Contemporaneamente la mia lingua gli titillava la cappella fremente pregustando già il dolce effluvio che da li a poco sarebbe arrivato su di essa.
Finalmente, ho sentito lei che gemeva e contemporaneamente arrivare nella mia bocca gli schizzi della sua sborra che mi ha inondato la bocca; come piace a me l'ho accolta e raccolta ed ho iniziato ad assaporarla, mentre continuavo a dedicarmi al suo clitoride completamente bagnato e ricoperto dal suo stesso succo. Ho continuato a giocare con lingua e bocca con quella dolce e gustosa cremina ripassandogliela più volte sulla cappella e raccogliendola di nuovo con la lingua. Sono in estasi quando faccio questo. Con mia grande sorpresa ho notato che il suo clitoride era rimasto turgido e duro e che lei aveva ripreso a masturbarsi con foga e desiderio.
In genere, quasi sempre, dopo l'orgasmo, il cazzo dei miei partner ritorna in condizione di riposo, più o meno in tempi relativamente brevi; il suo invece continuava a rimanere bello dritto e turgido, mmmmmm.....
Avevo ancora la sua sborra che mi colava dalla bocca e dalla lingua quando ho sentito che stava per godere di nuovo: uahooo!! Non attendevo altro: ho spalancato di nuovo la bocca ed ho sentito arrivare altri caldi schizzi di succo del suo piacere. Che goduria!!! Due sborrate di fila, una dietro l'altra, tutte per me!
Mai successo prima! Ero in estati ed ho continuato ad assaporare tutto quel ben di dio a lungo.
La sua sborra mi colava dalla bocca sul petto ed io l'ho spalmata su di esso con le mie mani.
Ero eccitatissima e volevo godere anche io: allora mi sono sdraiata sul divano a gambe larghe e le ho chiesto di leccarmi delicatamente sotto le palle, come piace tanto a me. Lei, ubbidiente, lo ha fatto ed ha iniziato a deliziarmi con i suoi dolci e delicati colpetti di lingua mentre con le dita mi massaggiava contemporaneamente. Ero in estati: una vera cagnetta in calore col mio clitoride che scoppiava dal piacere, gemevo, aspettando da un momento all'altro l'arrivo dell'onda di godimento che è arrivata finalmente prepotente, mentre lei continuava a leccarmi e a dirmi quanto ero troia, con uno schizzo di sborra che ha raggiunto il divano vicino alla mia testa e mi ha fatto godere immensamente!
Grazie A., deliziosa sorellina inaspettata, per questa esperienza bellissima, con la speranza di poterti riveder ancora presto.
Kiss da Patty a tutti i lettori e frequentatori del mio blog. Vi aspetto per il prossimo racconto.

___________________

Senza esitazione!

L'ho conosciuta in chat su uno dei tanti siti dedicati agli incontri trasgressivi, quelli dove, tanto per essere chiari, si fanno tante chiacchere e pochi fatti, pieni di gente che vorrebbe dare sfogo alle proprie tendenze nascoste ma, per vari motivi, alcuni dei quali pienamente giustificabili, non le realizzano.
Insomma, come al solito, ero li che girovagavo alla ricerca di qualcosa di interessante, quando mi capita davanti agli occhi, tra le trav, la scheda di una certa S. con una foto di presentazione che lasciava presagire cose interessanti: abbigliamento curato e molto femminile, calze con reggicalze nero, gonna grigia, guanti neri e posa molto sensuale; e il profilo che recitava testualmente:
"Matura TG femminile,depilata, sensuale e raffinatissima – ma molto porca – cerca sesso fatto con il cervello in un ambiente giusto e confortevole (no macchina etc…etc…) con maschi attivissimi e dotati – io sono esclusivamente passiva – gruppi, trans, trav e coppie.”
Ho subito pensato dentro di me: “Uahoo! Interessante! Se tutto ciò risponde alla realtà !!”
E le foto del profilo confermavano le mie aspettative: depilatissima, pelle candida e lisca, corpicino da sbavare e pose da vera porcellina, insomma tutto quello che mi eccita e che cercavo: una bella sorellina con cui lasciarmi andare ad una lunga e coinvolgente lesbicata.
Penso subito: “La contatto immediatamente!” Clicco sulla scheda e le scrivo due righe, le solite in queste circostanze: “Ciao, ho visto le tue foto, sei molto bella e mi piacerebbe conoscerti.”.
Aspetto e, dopo poco, arriva la risposta: "positiva"! Ci scambiamo frasi di conoscenza e scopriamo, piacevolmente, di essere non molto distanti e di avere le stesse preferenze porcelline in fatto di sesso. Mi propone, con mia grande gioia, un incontro per il giorno dopo. Ci scambiamo i cellulari per gli ultimi accordi.
Il giorno seguente, mentre la aspetto, mi preparo: nuda sotto la doccia mi depilo per bene su tutto il corpo e già sono eccitata al pensiero di quello che mi aspetta, sperando che la realtà confermi le foto viste sul sito. Mi trucco: fondo tinta, eye liner blu, ombretto blu, rossetto rosso fuoco, insomma, da vera troia! Indosso calze a rete con reggicalze, corpetto nero un po' dark, perizoma nero e sopra vestitino di pizzo nero e per completare, la mia amatissima parrucca a caschetto nera, collane, braccialetto ed anello.
Aspetto il suo arrivo seduta sul divano, lascio il portoncino socchiuso per il suo arrivo. Mi squilla il cell. e mi preannuncia che è arrivata. Vado in camera dandole le ultime indicazioni sul dove parcheggiare e dicendole che le ho lasciato la porta del bagno aperta per permetterle di prepararsi.
La sento entrare e salire le scale, ci salutiamo a voce e la sento andare in bagno e chiudere la porta.
La sento prepararsi ed io mi accomodo sul divano aspettandola con eccitazione e curiosità.
Dopo una mezzoretta esce ed entra in sala: indossa un vestitino rosso, calze a rete nere, parrucca rossa, scarpe rosse. È proprio lei: quella delle foto, corpicino snello, sguardo da vera puttanella.
Ci sediamo sul divano, una accanto all'altra e ci presentiamo, raccontandoci un po' della nostra vita ma già intanto le nostre mani cercavano le gambe una dell'altra, ed iniziamo ad accarezzarci.
Istintivamente i nostri visi si avvicinano, le nostre labbra si cercano e ci scambiamo un primo appassionato bacio con le lingue che si aggrovigliano freneticamente e ci scambiamo la nostra saliva: si, è proprio la troia che mi aspettavo!
Il seguito è stato un coinvolgente scambio di baci e carezze sui nostri corpi frementi! Le ho toccato il cazzo sotto il perizoma e l'ho sentito crescere di piacere, l'ho fatto uscire allo scoperto: stupendo! Depilato, profumato e pronto ad essere accolto tra le mie labbra. E' la cosa che amo di più, ormai lo sapete, accogliere un bel cazzo in bocca, leccarlo dalle palle alla punta, succhiarlo con avidità, sentendolo fremere sotto i mie colpi di lingua: lo farei per ore.
Mentre lo gustavo lei ha iniziato a succhiare avidamente il mio ed abbiamo iniziato uno splendido 69, passando dai nostri clitoridi ai nostri buchetti depilati.
La cosa è durata un bel po'. Ci siamo liberate dai vestitini, restando seminude, iniziando un lungo scambio delle nostre salive che passavano da una bocca all'altra, senza sosta.
Lei, tendenzialmente dominante, mi spingeva il suo cazzo fino in alla radice, in fondo alla mia bocca, quasi lasciandomi senza respiro: ero la sua schiava. Mi strizzava i capezzoli e mi sculacciava con forza ma senza violenza, come piace a me. Poi si è girata e mostrandomi il suo buchetto depilato, lo ha avvicinato alla mia bocca ed io ho iniziato a leccarlo con piacere ed a lungo, penetrando con la lingua al suo interno. Mmmmm...
Poi ha iniziato a leccarmi le palle delicatamente, cosa che mi faceva andare in estasi. Ero sdraiata sul divano con le gambe aperte e mi offrivo alla sua lingua che mi gustava con piacere, passando dalle palle al cazzo: gemevo come una cagna. Ed ogni tanto lei saliva su con il viso e mi offriva la saliva che sapeva del sapore del mio cazzo: era delizioso! Ormai i nostri rossetti non c'erano più, eravamo l'una dell'altra e ci scambiavamo frasi indecenti, cosa che aumentava la nostra libidine.
Eravamo due troie in calore, ho iniziato a succhiarla in ginocchio davanti a lei mentre con le dita esploravo il suo buchetto e la sentivo gemere e crescere di piacere. Aspettavo da un momento all'altro gli schizzi della sua cremina nella mia bocca ed ero pronta ad accoglierla tutta.
Finalmente l'ho sentita arrivare, calda e saporita, inondarmi: l'ho raccolta con la lingua ed ho continuato a lungo a ripulirle il clitoride, ancora duro, a lungo e con piacere. Poi sono salita fino alla sua bocca e l'ho baciata appassionatamente passandole il suo umore.
Siamo rimaste così per un po', soddisfatte, poi ci siamo ripulite, lei è tornata in bagno, ricambiandosi, e dopo una breve chiaccherata mi ha salutato lasciandomi con la promessa di futuri incontri.
Bacini caldi dalla vostra Patty, sperando di avervi coinvolto ed anche un pò eccitato.
Al prossimo racconto. Kiss.

__________________

Finalmente l'ho incontrato!

L'altro giorno, dopo lunghi scambi di messaggi, ho finalmente incontrato un ragazzo che mi attirava da morire e con cui avrei voluto fare tante porcate.
Lui giovane 27enne, bel fisico, totalmente depilato, tatuaggi, gambe da sballo slanciate e lisce, ed un gran bell'arnese tra le gambe ed amante, come me, del travestimento (le foto sono le sue reali.. che ne pensate?).

Mi sono recata a casa sua, mi sono cambiata in bagno indossando tacchi a spillo, con smalto sui piedini, corpetto nero che lasciava scoperto il seno, piccolo perizoma che a malapena nascondeva il mio cazzo e nient'altro addosso.
Lui si è presentato in camera da letto completamente nudo, solo sandali a spillo trasparenti con smalto rosso sui piedini, e mutandina bianca di pizzo molto sbarazzina, da cui si intravedeva già il suo bel cazzo già parzialmente turgido.
Ci siamo accomodati sul suo lettone con solo la luce del giorno che filtrava dalle persiane parzialmente alzate, in una penombra eccitante che comunque permetteva di poter vedere i nostri corpi quasi nudi.
Ho iniziato a leccarlo partendo dai capezzoli e scendendo piano piano giù, fino alle mutandine dove intravedevo il suo arnese che si era già inalberato, per poi proseguire scostando le mutandine ed arrivando ad assaporare le sue palle gonfie, lisce e depilate.

Contemporaneamente sentivo la sua mano che esplorava sotto il mio miniperizoma, carezzandomi palle e cazzo che si è iniziato ad indurire dal piacere.
Con delicatezza ho scostato del tutto la mutandina di pizzo e mi si è presentato davanti al viso uno spettacolo indescrivibile: uno dei più bei cazzi che avessi mai visto; bello turgido, dritto scappellato, fremente ed in attesa di provare la mia bocca affamata....
L'ho preso in bocca delicatamente iniziando a leccare la cappella turgida e scendendo giù fino alle palle. Aveva un buonissimo sapore, profumato e gustoso. Ho introdotto la cappella nella mia bocca per poi ricoprirlo completamente spingendolo giù fino ad avere dentro tutto l'arnese, con solo le palle fuori.
L'ho succhiato e leccato a lungo, poi mi sono girata porgendogli davanti alla bocca il mio membro ormai duro ed eccitato e lui ha iniziato a succhiarlo ed a leccarmi le palle con mio grande piacere (adoro essere leccata li sotto..mmmm.)
Abbiamo iniziato un eccitante 69, leccandoci vicendevolmente: io mugolavo dal piacere facendo uscire ed entrare quel bel randello dalla bocca fremente.
Poi l'ho fatto girare in ginocchio e mi si è presentato davanti il suo stupendo lato b, con un buchino delizioso e dolcissimo che ho iniziato a leccare con gusto, usando la lingua come un piccolo cazzo che lo spingeva e lo leccava con piacere, mentre la mia mano lo masturbava e sentiva il suo cazzo fremere tra la mia mano.
Poi è stato lui a ricambiare il favore, leccando il mio buchino a lungo da dietro mente io fremevo e mugulavo come una cagna in calore.

A un certo punto, eccitata dalla situazione ho preso il suo cazzo e l'ho avvicinato al mio buchino, spingendolo piano piano, strusciandomelo delicatamente e sentivo lui che fremeva dal desiderio di penetrarmi. Mi ha spinto la cappella piano piano dentro il buchino fino a farlo entrare completamente: ...estasi di piacere.... mmmmm. Ha iniziato a scoparmi prima con delicatezza, poi più forte, ma sempre con molto controllo e senza violenza, proprio come piace a me ed io lo sentivo uscire ed entrare dentro di me e fremevo come una troia dal piacere, gemendo e offrendogli tutta me stessa.
Dopo una lunga cavalcata, mi sono girata sulla schiena offrendomi a lui come una cagnolina indifesa e lui ha iniziato a leccarmi sotto passando dal cazzo alle palle, con piacere e delicatezza, cosa che adoro.
Sentivo il piacere salire lungo il mio cazzo, la sua lingua mi leccava e stimolava delicatamente sotto le palle, ero quasi in estasi, indecisa se scaricare il mio piacere o continuare quella lunga e deliziosa tortura....
Alla fine non c'è l'ho più fatta e mentre lui mi carezzava le palle delicatamente mentre io mi masturbavo con foga ha avvicinato il suo cazzo al mio e gli ho schizzato tutto il mio piacere sopra.....
Lui ha raccolto tutto col suo cazzo carezzando il mio bagnato dalla mia sborra e baciandolo delicatamente.
Non vedevo l'ora di sentire il suo schizzarmi in bocca, adoro sentire gli schizzi caldi sulla mia lingua.
Si è avvicinato alla mia bocca mentre io ero distesa ed ancora fremente dal piacere ed ho iniziato a succhiarlo ed a masturbarlo. Avevo il suo arnese sopra la mia faccia, lo sentivo pulsare e fremere. Il piacere stava salendo dentro di lui.
Ha preso il cazzo in mano ed ha iniziato a masturbarsi con foga sopra di me. Lo vedevo da sotto, pulsare e fremere, la sua mano andava su e giù sempre più in fretta mentre io gli leccavo le palle gonfie e sentivo che stava per concedermi il suo succo caldo.
Finalmente!....... ha avvicinato la sua cappella alla mia bocca aperta ed ho sentito gli schizzi del suo caldo umore arrivare tutti per me, assaporando tutto il suo piacere con colpetti di lingua. Lo prendevo e leccavo mentre ancora schizzava la sua sborra copiosa che io gustavo con gusto e piacere.
L'ho succhiato ancora un pò, ripulendolo per bene; avevo sborra dappertutto: la mia sopra il mio ventre e intorno al mio cazzo e la sua che mi colava ancora dalla bocca scendendo lungo il mio petto nudo.
Soddisfatti entrambi dall'esperienza ci siamo ripuliti e salutati dandoci appuntamento per un prossimo incontro (lo spero...).
Bacini caldi dalla vostra Patty, sperando di avervi coinvolto ed anche un pò eccitato.
Al prossimo racconto. Kiss.


6 commenti:

  1. complimenti a entrambbi 2 belli porcellini da provare

    RispondiElimina
  2. Tesoro racconta qualche nostra storia. A presto. La tua puttanella Luna

    RispondiElimina
  3. splendido!!! farei volentieri il terzo :D

    RispondiElimina
  4. sei la numero uno, sono super eccitata dopo aver letto le tue esperienze, ho una voglia di cazzo pazzesca...baci

    RispondiElimina
  5. Racconti piacevolissimi difficile scegliere il migliore
    forse il primo che fa la doppietta
    BACI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dei complimenti e di tutti i tuoi commenti al blog. Sei un fedele e piacevolissimo amico. Kiss da Patty.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...